risparmiare sugli annunci Google

La tua missione è ridurre la spesa di Google Ads e portare il CPA a un livello più gestibile? Ecco dieci semplici misure che puoi adottare in questo momento per ridurre drasticamente le tue spese e il CPA. Questi sono elencati dal più significativo al meno significativo.

1. Metti fine alle campagne che non funzionano

A seconda di quanto vuoi risparmiare sulla pubblicità, potresti voler semplicemente interrompere la pubblicazione di annunci a basso rendimento. Oltre che per il remarketing, gli annunci display e video sono ottimi per il branding e la considerazione, ma raramente generano molte conversioni.

Considera la possibilità di disattivarli, almeno temporaneamente, finché i tuoi numeri non saranno in ordine. Allo stesso modo, se hai sforzi di ricerca significativamente più costosi in termini di CPA, potresti volerli mettere in pausa per il momento.

2. Riduci le offerte per le parole chiave

In genere puoi ridurre il tuo CPA a qualsiasi importo desideri facendo questo da solo. Le tue attuali posizioni pubblicitarie medie e la tua posizione in relazione al tuo nuovo obiettivo di spesa pubblicitaria determineranno quanto taglierai le tue offerte. Se la tua campagna è “vincolata dal budget”, di solito puoi effettuare riduzioni significative delle offerte senza influire sulla spesa pubblicitaria.

Apporta un aggiustamento dell’offerta globale, ad esempio una riduzione del -25% su tutta la linea. È importante notare che ridurre le offerte del 25% non implica una riduzione della spesa pubblicitaria o del CPA del 25%. Per ulteriori modifiche, dovresti inoltre selezionare le parole chiave con una spesa elevata e un CPA elevato.

La protezione delle parole chiave ad alto rendimento, che generano conversioni a CPA ben al di sotto della media, è altrettanto fondamentale. Se un numero elevato di parole chiave scende al di sotto delle offerte per la pagina 1 dopo la modifica, potresti volerle spostare nuovamente in fondo alla pagina 1.

parole chiave

3. Metti in attesa le parole chiave a basso rendimento

Cerca parole chiave che abbiano almeno 5 conversioni e un CPA pari o superiore a 2 volte la tua media. Potresti dimezzare le offerte e lasciarle correre, ma stiamo facendo notevoli risparmi. Mettiamo tutto in attesa per ora. Inoltre, se disponi di parole chiave che superano il quadruplo del tuo CPA tipico ma non sono mai state convertite o l’hanno convertita solo una o due volte, è ora di disattivarle.

Nell’esempio seguente abbiamo due parole chiave che rappresentano circa il 44% della spesa pubblicitaria ma solo l’8% delle conversioni. È una buona idea prendersi una pausa dai termini evidenziati.

4. Le parole chiave con una corrispondenza generica devono essere sostituite

È possibile che questa attività richieda del tempo. Seleziona una per una le parole chiave a corrispondenza generica ad alto volume, quindi esamina il rapporto sui termini di ricerca per ciascuna di esse. Se sono presenti molte frasi di ricerca di bassa qualità, dovresti provare a utilizzare una variante Modificata a corrispondenza generica o Corrispondenza a frase anziché la parola chiave.

Ne tratteremo nel passaggio successivo se visualizzi solo alcune query di ricerca di bassa qualità.

Leggi anche: Annunci Google Ads: Cosa sono e come funzionano?

5. Incorpora parole chiave negative

Visualizza il rapporto sui termini di ricerca selezionando tutte le tue parole chiave. Effettueremo l’ordinamento in un paio di modi diversi per risparmiare sulla pubblicità:

Ordina per numero di clic (dal più alto al minimo)
Trova le frasi di ricerca che hanno ottenuto molti clic ma nessuna/bassa conversione scorrendo i risultati. Questi dovrebbero essere aggiunti come parole chiave a corrispondenza inversa a corrispondenza esatta.

confronta il CPA per ciascuna campagna

Ordina i risultati per CPA (dal più alto al più basso)
Aggiungi parole chiave a corrispondenza esatta negativa ai termini di ricerca con almeno tre conversioni significativamente superiori al tuo CPA target, ad esempio 3-4X.

Ordina per CTR (dal più basso al più alto) e poi per impressioni (più di 100).
Aggiungi le corrispondenze esatte a corrispondenza inversa alle frasi di ricerca con un CTR scarso. Questi stanno abbassando il CTR medio per le parole chiave collegate, costandoti più soldi a lungo termine e determinando posizioni degli annunci inferiori.

6. Ottimizza gli aggiustamenti delle offerte per i dispositivi

Se i dispositivi mobili rappresentano l’80% dei tuoi clic ancora convertono a 1,5 volte il tuo CPA tipico, dobbiamo affrontare questo problema. Imposta un aggiustamento dell’offerta -33% per dispositivi mobili in questo scenario. Ricorda di effettuare aggiustamenti delle offerte di compensazione anche per i dispositivi rimanenti. Ciò porterà il tuo CPA in linea con la media del settore e ti consentirà di concentrare maggiormente la tua spesa pubblicitaria sui dispositivi computer e tablet con conversioni più elevate.

7. Modifica il tuo targeting demografico

Visualizza le conversioni e i numeri CPA visualizzando i rapporti sui dati demografici. Se stai pagando un CPA costoso per determinate categorie demografiche, come età, sesso o livelli di reddito, dovresti ometterli o stabilire un aggiustamento dell’offerta negativo per loro. Imposta aggiustamenti delle offerte positivi per i raggruppamenti demografici con il rendimento migliore, come hai fatto con i dispositivi.

Disattiva la funzione Targeting di rete partner

8. Disattiva la funzione Targeting di rete partner

Verifica il rendimento del tuo segmento Rete (con partner di ricerca) e confronta il CPA per ciascuna campagna. Per risparmiare denaro, dovresti disattivare il targeting per partner di ricerca se il rendimento è notevolmente in ritardo. Poiché le reti di partner rappresentano solo il 10% di tutti i clic, è improbabile che l’adeguamento sia significativo.

Il CPA per i partner di ricerca è più del doppio in questo scenario. Sorprendentemente, un CPA di $ 24 è ancora significativamente al di sotto della media dell’account e il nostro nuovo obiettivo di $ 50. Di conseguenza, continuare a scegliere come target i partner di ricerca in questa campagna è logico. Quando si confrontano i KPI all’interno di una singola campagna o gruppo di annunci, è fondamentale ricordare di considerare l’account nel suo insieme.

9. Modifica della posizione di destinazione

Se scegli come target locale, potresti voler apportare ulteriori aggiustamenti rispetto agli ovvi aggiustamenti delle offerte per area. Esegui un rapporto geografico per scoprire se i visitatori da lontano ti stanno costando di più in termini di CPA. In tal caso, puoi interrompere il targeting di determinate aree, ridurre il raggio o (meglio ancora) stabilire raggi concentrici con modifiche dell’offerta negative mentre ti allontani dal centro.

10. Modifica le pianificazioni degli annunci

Questo è un tipo di ottimizzazione più specifico per determinati tipi di attività. In questo scenario, non sto parlando di aggiustare le offerte in base al rendimento del CPA in momenti diversi: dovresti già farlo. Quello che voglio dire è che dovresti pianificare le tue campagne per essere eseguite in orari specifici. Per le aziende B2B, questo di solito comporta la disattivazione delle campagne nei fine settimana e possibilmente al di fuori dell’orario di ufficio. Per le aziende di consumo, questo significa eseguire campagne solo quando sei disponibile.

Concludendo

In conclusione, queste tecniche di ottimizzazione sono aggressive e ridurranno rapidamente la spesa pubblicitaria sprecata. Di conseguenza, spenderai meno e i tuoi CPA saranno molto più bassi. Quando li usi, fai attenzione perché limiterai le tue opportunità di conversione complessive. Questo non è il percorso corretto per te se il tuo obiettivo è ridurre il CPA senza ridurre la spesa pubblicitaria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.